RAME DI NAPOLI tradizionali

Le rame di Napoli, il nome trae un po’ in inganno, perché questo deliziosi e golosi biscotti da dessert arrivano dalla Sicilia, nello specifico nella città di Catania e niente hanno a che vedere con la Campania.

l’origine del nome, pare che sia dovuta all’unificazione del Regno delle due Sicilie; per l’occasione i sovrani borbonici fecero coniare una moneta contenente del rame e i Siciliani crearono una versione dolciaria che la ricordasse.

Le rame di Napoli sono dei biscotti morbidi e speziati, con un sapore e un retrogusto molto particolare, ricoperti di cioccolato fondente e granella di pistacchio. È il dolce tipico della festa di Ognissanti e dei morti, molto sentita a Catania e non c’è bancone di pasticceria, panificio, o supermercato che non li abbia.

Condivido con piacere la mia ricetta, alla quale sono in particolar modo legata. Ne avevo provato tante prima, ma proprio perché le spezie conferiscono un sapore particolare, non riuscivo a trovare quella giusta, quella che mi faceva dire ok, sono loro! Poi tra tanti fogli di ricette conservate, ne ho trovata una che mi attraeva e, dopo aver apportato piccole variazioni, modificato il bilanciamento di alcuni ingredienti e tanti tentativi, con mia grande soddisfazione “ho trovato la ricetta ideale”. Approvate da amici, familiari e appassionati come me con i quali ho condiviso la ricetta. Per me queste sono le rame di Napoli

RAME DI NAPOLI

RICETTA DI: LIA RESTUCCIA

Dosi per 18 biscotti

Ingredienti:

250 g farina 00

220 ml latte (circa)

150 g zucchero

70 g cacao amaro

1 uovo

35 g di burro

1/2 bustina lievito per dolci

1 bacca di vaniglia

12 chiodi di garofano (sbriciolati)

1 cucchiaino di cannella

Arancia grattugiata

Per la copertura:

200 g di cioccolato fondente

Granella di pistacchio qb (possibilmente tritato fresco)

Preparazione:

Mescolare molto bene gli ingredienti asciutti: farina, cacao, zucchero, lievito, vaniglia, buccia di arancia grattugiata e chiodi di garofano precedentemente ridotti in polvere.

Aggiungere il burro sciolto, l’uovo leggermente sbattuto e il latte. Mescolare molto bene il composto che deve risultare abbastanza cremoso.

Mettere la carta forno in una teglia e aiutandosi con un cucchiaio formare dei biscotti tipo rame, non troppo grossi perché in cottura gonfiano.

Mettere in forno a 180° per 8 minuti circa. Togliere dal forno e fare raffreddare su una gratella.

RAME DI NAPOLINel frattempo sciogliere il cioccolato a bagnomaria,

Bagnare i biscotti e guarnire con la granella di pistacchio. Fare asciugare.

Questa è la ricetta per delle rame tradizionali, ma le rame negli ultimi anni vengono proposte in tante varianti:

Ripiene con crema di nocciole, pistacchio, con la copertura di cioccolato bianco e granella di nocciole, oppure si può mettere nell’impasto uvetta tenuta a bagno nel Vermut per un paio d’ore.

Se questa ricetta ti è piaciuta, condividila e continua a seguirci su www.lemillericette.it

Condividi
RICEVI LE NUOVE RICETTE IN ANTEPRIMA SU WHATSAPP, direttamente sulla tua chat! Salva il mio numero di telefono +393791029645, memorizzalo come Lory Lemillericette e scrivimi su whatsapp il tuo NOME e COGNOME.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.