Santarosa del monastero | sfogliatella tipica della costiera amalfitana

Oggi vediamo insieme come fare la Santarosa del monastero.

Una ricetta antica, originaria della costiera Amalfitana, ci riporta indietro fino al 1600, quando, le suore del monastero preparavo queste antenate delle sfogliatelle, utilizzando i frutti dei loro agrumeti. La pasta frollarigorosamente con la sugna e senza uova, è la classica che si usa per la preparazione delle sfogliatelle frolle napoletane

Sfogliatelle Santarosa del monastero

Chef: Rita Di Somma
Se ami le sfogliatelle frolle, devi assolutamente assaggiare la Santarosa del monastero. Una ricetta antichissima che ci porta direttamente sulla costiera amalfitana.
4.14 da 15 voti
Stampa Salva Pin Condividi su Facebook
Preparazione 50 min
Cottura 20 min
Tempo totale 1 h 10 min
Portata Pasticcini e Dolcetti
Cucina Italiana
Porzioni 25 Sfogliatelle
Calorie 230 kcal

Ingredienti  

Iscriviti sul nostro gruppo Facebook, cliccando qui e partecipa anche tu con ricette e consigli.

Cosa occorre per fare le sfogliatelle Santarosa del monastero

    Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

    Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

    Per la pasta frolla

    • 250 g sugna o strutto
    • 250 g zucchero
    • 50 g acqua
    • 25 g miele d’arancia
    • 630 g farina
    • 3 g ammoniaca per dolci

    Per il ripieno

    • 500 ml latte
    • 75 g semola
    • 150 g zucchero
    • 4 uova intere
    • 400 g ricotta
    • 250 g cubetti di arancia candita
    • 60 ml liquore Strega o quello che preferisci

    Per decorare

    • Crema pasticcera qb
    • Amarene sciroppate qb

    Preparazione della ricetta
     

    Come fare le sfogliatelle Santarosa del monastero

      Preparare la pasta frolla

      • Amalgamare la sugna con lo zucchero, il miele e l’acqua. Aggiungere la farina e il bicarbonato, formare un panetto e lasciarlo riposare in frigo per circa 2 ore.

      Preparare il ripieno

      • Portare ad ebollizione il latte, unire al composto la semola, lo zucchero e 2 uova precedentemente sbattute.
      • Cuocere il tutto per circa 2 minuti.
      • Una volta raffreddato, iniziare ad aggiungere la ricotta, le altre 2 uova, i cubetti di arancia e il liquore Strega.

      Assemblare le Santarosa

      • Stendere la pasta frolla fino ad ottenere uno spessore di 4 mm, con un apposito stampo a cerchio di 8 cm formare tanti cerchi e, a secondo degli stampi (si possono usare gli stampi per muffin), foderarli con i cerchietti ricavati, dopo aver imburrato e infarinato gli stampini.
      • Riempire con la farcitura fino ai 3/4 dello stampo e chiudere con un altro strato di frolla più piccolo, ricavato con uno stampo dalle dimensioni inferiori, tipo tazzina da caffè.
      • Pressare accuratamente i bordi con la tazzina o con lo stampino, togliere la pasta in eccesso e infornare per circa 20 minuti a 200°.

      Decorazione finale

      • Disporre sulla superficie di ogni sfogliatella un ciuffo di crema pasticcera, un’amarena sciroppata per ognuna e una bella spolverata di zucchero a velo.

      Variante golosa

      • Anche se la ricetta originale non lo prevede, i canditi, se non piacciono, possono essere sostituiti con gocce di cioccolato.
      • Bisognerebbe usare la sugna per la preparazione della pasta frolla, ma non essendo sempre reperibile, la si può sostituire tranquillamente con lo strutto.

      Conservazione

      • Le sfogliatelle Santarosa si conservano in frigo per 2 giorni. Possono essere anche congelate e tenute in freezer per un mese.

      Quanto costa preparare la Santarosa del monastero?

      • Oggi è un dolce mediamente economico, anche se in origine nacque come ricetta povera, perché preparata con ingredienti messi a disposizione da animali e agrumeti del monastero.

      2 commenti su “Santarosa del monastero | sfogliatella tipica della costiera amalfitana”

      1. 4 stars
        Ciao, le ho provate. Sono deliziose… nell’impasto della frolla però ho aggiunto due uova perché era sbriciolato.
        Grazie e complimenti
        …..

        Rispondi

      Lascia un commento

      Recipe Rating




      Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.