Vai al contenuto
Home » Come cucinare le lenticchie secche: trucchi e segreti per lenticchie perfette. Ricette!

Come cucinare le lenticchie secche: trucchi e segreti per lenticchie perfette. Ricette!

come cucinare lenticchie secche

Tra i legumi secchi di cui non possiamo fare a meno… citiamo le lenticchie! Sono sempre buonissime, ci permettono di fare un pieno di vitamine e minerali e durante l’inverno sono un comfort food non da poco. Ovviamente, ne esistono diverse varietà: le lenticchie secche vanno messe in ammollo, e i metodi di cottura sono molteplici. Vi sveliamo tutti i segreti e i trucchi per cucinare le lenticchie al meglio.

Cosa sapere sull’ammollo delle lenticchie

lenticchie
lenticchie

Come tutti i legumi, è fondamentale cuocere le lenticchie perché altrimenti non sarebbero digeribili. Troviamo le lenticchie secche, già cotte, in scatola: la buona notizia è che la cottura è sempre facile e anche abbastanza poco impegnativo. Non servono grandi accorgimenti per preparare al meglio un buon piatto di lenticchie!

Il consiglio principale che diamo è di preferire sempre la versione secca, per un motivo: rispetto a quelle in scatola, infatti, sono prive di conservanti, e inoltre dispongono di un maggior numero di nutrienti.

In ogni caso, iniziamo dall’ammollo: prima di metterle nella ciotola con acqua, è molto importante sottoporre le lenticchie a un esame accurato. Perché? Semplice: bisogna verificare la presenza di sassolini, foglie o rametti. Tra l’altro, aggiungiamo che non tutte le lenticchie necessitano di ammollo: leggete sempre le indicazioni sulla confezione. Per esempio, le lenticchie decorticate possono essere cotte direttamente.

Per dimezzare i tempi di cottura, è possibile mettere in ammollo le lenticchie per tutta la notte o, volendo, anche solo per qualche ora. Infine, vanno risciacquate prima di essere cotte. Questo passaggio, lo ripetiamo, è indispensabile per evitare la presenza di detriti, che comunque può sempre sfuggire. Possiamo anche cambiare l’acqua più volte: al termine, devono risultare il doppio del volume iniziale.

Come cucinare le lenticchie

Veniamo adesso ai metodi di cottura delle lenticchie. Possiamo lessarle, cucinarle al vapore o con la pentola a pressione, o ancora in padella o con il Bimby. Per gli abbinamenti, vanno considerate anche le varietà del legume:

  • Lenticchie verdi: sono conosciute con il nome di Gigante di Altamura, e naturalmente necessitano di parecchie ore di ammollo prima della cottura. Consigliamo di tenerle in acqua per 8 ore;
  • Lenticchie rosse: un ingrediente molto usato in Medio Oriente, e che noi chiamiamo spesso come “lenticchie egiziane”. Perfette per zuppe e vellutate;
  • Lenticchie bionde: sono le famosissime “lenticchie dei Papi”, e risultano super cremose e saporite. In umido, danno il meglio: un sapore speciale;
  • Lenticchie nere: si chiamano anche “Beluga”, e non necessitano di essere messe in ammollo, anzi, cuociono in fretta, circa 20 minuti;
  • Lenticchie marrone-verdi: sono tipiche della zona dell’Umbria, e sono particolarmente apprezzate perché si cuociono velocemente;
  • Lenticchie marroni: veniamo infine all’ultima variante di lenticchie, che è anche la più piccola. Quando usare questo prodotto? Magari per una bella zuppa.

Ricette con le lenticchie

lenticchie ricette
lenticchie ricette

Abbiamo visto l’importanza dell’ammollo per le lenticchie, le varianti del legume e vi abbiamo suggerito i principali metodi di cottura. Ma ora è arrivato il momento di pensare a quali ricette con le lenticchie portare sulla nostra tavola! Prima di tutto, non è necessario cucinarle solo in inverno: come polpette, sono deliziose anche in piena estate.

Le lenticchie in umido sono una ricetta genuina, della tradizione: il contorno impeccabile per il cotechino. Quando l’inverno è stringente e le temperature sono sotto lo zero, allora la zuppa di lenticchie viene in nostro aiuto: comfort food imbattibile.

In estate, invece, un’ispirazione che proviene dal Marocco: l’insalata di lenticchie alla marocchina, a cui aggiungere spezie, come la menta, o ancora frutta secca e tanto altro. Per i vegani e i vegetariani, poi, il ragù di lenticchie è a dir poco saporito: oltre a condire la pasta, si può usare anche per la lasagna vegana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.