Vai al contenuto

Il piatto della domenica: arista di maiale morbidissima al vino bianco

arista di maiale morbidissima

L’arrosto al forno o in tegame è il simbolo della domenica italiana. È anche il piatto cardine della nostra gastronomia, che viene servito praticamente ogni santa domenica. Le nostre nonne lo facevano cuocere lentamente, e noi potevamo semplicemente sognare il momento dell’assaggio. E che profumo, che bontà! Oggi vi diamo la ricetta dell’arrosto di arista al vino bianco.

Origini e curiosità sull’arrosto

Sono tante le tradizioni italiane a tavola, come la combo pasta al forno e arrosto. Simbolo di abbondanza, di convivialità, di amore, soprattutto: quello che mamme, nonne, nonni, papà hanno sempre messo nella preparazione di piatti così elaborati, eppure buonissimi. L’usanza di portare l’arrosto a tavola, ovviamente accompagnato dalle immancabili patate, è ben radicata nella nostra tradizione. Tanto che, in ogni caso, l’arrosto è uno dei piatti che ricorrono nei giorni di festa, come il Natale o la Pasqua.

Ma come mai si mangia carne la domenica? Ebbene, la tradizione dell’arrosto è molto antica, ma soprattutto è connessa alla religione cristiana. Alla domenica, tutto è concesso. Il primo arrosto della storia, del resto, è stato inventato prima del Regno di Re Enrico VII. Non solo in Italia viene enormemente apprezzato, ma anche in Inghilterra, dove viene preparato con grande attenzione, cura e aromi. E ora andiamo in cucina per preparare il nostro delizioso arrosto di arista al vino bianco: una vera prelibatezza.

Da provare: Arista di maiale al Sagrantino: hai idea di quanto sia buono e facile questo secondo?

Arista di maiale morbidissima al vino bianco

Chef: In cucina con il cuore
Il piatto simbolo della tradizione italiana alla domenica
5 da 3 voti
Stampa la ricetta
Preparazione 20 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo di riposo 12 ore
Tempo totale 12 ore 50 minuti
Portata Secondi piatti
Cucina Italiana
Porzioni 6 Persone
Calorie 187 kcal

Ingredienti  

Cosa ci occorre per l’arrosto di arista al vino bianco

  • 800 g arista di maiale
  • 500 ml vino bianco
  • Rosmarino
  • Salvia q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • Alloro q.b.
  • Finocchio selvatico q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!!

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Preparazione della ricetta
 

Come preparare l’arrosto di arista al vino bianco

La ricetta continua dopo gli annunci…
  • Mettere a marinare la carne nel vino per una notte.
  • Successivamente, asciugarla bene e intaccarla in più punti.
  • Frullare uno spicchio di aglio, finocchietto, rosmarino e salvia, e mettere il composto negli intagli fatti precedentemente.
  • Porre in un tegame un giro d’olio, aglio e qualche erba aromatica, aggiungere l’arista e farla rosolare su tutti i lati in modo uniforme.
  • Sfumare con un po’ di vino della marinatura, aggiungere una foglia di alloro, coprire ed infornare a 200°C per mezz’oretta, girando un paio di volte la carne.
  • Sfornare, lasciare riposare e raffreddare.
  • Tagliare a fette e disporre in un tegame ampio, aggiungendo il fondo di cottura e qualche foglia di salvia e rosmarino.
  • Se vuoi ricevere offerte strepitose, selezionate per te da Amazon, iscriviti gratis al canale Telegram, cliccando qui oppure al canale Whatsapp, cliccando qui. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!! In alternativa clicca qui, per trovare Tutto ciò che cerchi per la tua casa

  • Scaldare a fuoco dolce qualche minuto prima di servire. Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.