Vai al contenuto
Home » Come pulire la barbabietola: trucchi, consigli e suggerimenti. E ricette sfiziosissime

Come pulire la barbabietola: trucchi, consigli e suggerimenti. E ricette sfiziosissime

  • Serena 
  • 4 min read
come pulire barbabietola

È un ortaggio che appartiene alla famiglia delle Chenopodiacee, ed è presente sulle nostre tavole principalmente a settembre e ottobre. Molti amano il gusto della barbabietola, mentre altri non lo trovano irresistibile: è normale, perché ciascuno di noi ha le proprie preferenze. Ma come pulire la barbabietola? E come portarla sulla nostra tavola? Vi sveliamo trucchi e ricette.

Come pulire la barbabietola

ricette barbabietola
ricette barbabietola

A cosa è dovuto il colore rosso-violaceo della barbabietola? È così che la riconosciamo subito a colpo d’occhio, del resto: dipende dalla presenza delle betalaine, che tra l’altro vengono usate come colorante alimentare. Questi pigmenti naturali presentano delle proprietà antinfiammatorie, depurative e antiossidanti. Sì, la barbabietola fa benissimo alla salute, ed è conosciuta anche con i nomi di rapa rossa o di carota rossa (o persino barba rossa). A questo punto sottolineiamo che non c’è differenza tra la rapa e la barbabietola, perché sono praticamente la stessa cosa.

Al supermercato possiamo comprare le barbabietole precotte sottovuoto, che quindi sono già pronte per il consumo, oppure possiamo optare per l’ortaggio fresco. In questo caso diventa indispensabile capire come pulire e come cucinare le barbabietole.

Per la pulizia della barbabietola, la prima cosa che sottolineiamo è che molto dipende dalla qualità. Per esempio, se le foglie sono in ottime condizioni e non sono appassite, si possono mangiare: non scartiamole, ma lessiamole e condiamole con olio e sale. Di seguito vi sveliamo i passaggi per pulire l’ortaggio:

  • Prima di tutto lavare le barbabietole, così da eliminare i residui di terra;
  • Successivamente togliere le radici e le foglie;
  • Rilavare e massaggiare la barbabietola usando le mani;
  • Qualora si notassero ancora tracce di terra, mettere in ammollo la barbabietola in una ciotola per un quarto d’ora e poi sciacquare.

È essenziale pulire molto bene l’ortaggio soprattutto nella zona delle radici, dove si tende ad annidare maggiormente la terra.

Attenzione: come anticipato, il colore rosso della barbabietola è molto forte, quindi suggeriamo di usare dei guanti per tutto il procedimento, poiché altrimenti ci potremmo sporcare molto le mani.

Come cucinare le barbabietole?

Prima di tutto, si possono consumare già lessate e condite, magari con un filo di olio e un pizzico di sale. Sono comunque ottime così, anche perché possiamo assumere tutti i nutrienti, tra minerali e vitamine.

In alcuni casi, invece, possiamo anche lessarle e usarle per preparare delle salse rosse, e così condire la pasta o il riso. La barbabietola è anche super utile per preparare i dolci.

La barbabietola si può mangiare cura? Assolutamente sì! Si può affettare con una mandolina, oppure usando una grattugia con fori larghi. Le scaglie di barbabietola sono utili nelle insalate, per esempio, ma non solo.

Qual è il metodo di cottura migliore per le barbabietole? Il vapore! E il motivo è semplice: in questo modo è possibile conservare la maggior parte dei nutrienti, e tra l’altro è il metodo di cottura più sano e leggero.

Ricette con le barbabietole

barbabietola in cucina
barbabietola in cucina

Vogliamo darvi delle idee e ispirazioni di ricette con le barbabietole: sono molteplici! Possiamo sbizzarrirci con un contorno saporito, ovvero il carpaccio di barbabietola, a cui aggiungere pinoli e scaglie di parmigiano.

Frullando l’ortaggio, è possibile preparare delle deliziose e leggere frittelle di barbabietola, che si possono cuocere in padella, in forno o in friggitrice ad aria.

Per i vegani o vegetariani, l’hummus di barbabietole è un must: goloso, fresco e soprattutto una variante per sostituire i ceci. Sempre per chi è alla ricerca di un’idea sfiziosa, il pesto di barbabietola, da realizzare con basilico, pinoli tostati, olio, sale e parmigiano (oppure lievito alimentare), è perfetto per condire la pasta in modo veloce. E infine non potete non provare gli gnocchi di barbabietola, magari conditi con un sugo di formaggi a base di gorgonzola.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.