Vai al contenuto

Baccalà alla ghiotta, ogni morso sa di mare: i segreti della tradizione siciliana!

baccalà alla ghiotta

Non tutti apprezzano il sapore forte del baccalà. Eppure, è uno degli ingredienti più utilizzati in Italia. Tantissime regioni, da Nord a Sud, hanno una propria preparazione del baccalà: per esempio in Sicilia è enormemente diffuso il cosiddetto baccalà alla ghiotta, mentre in Veneto il baccalà alla vicentina va per la maggiore. E come dimenticare il baccalà alla livornese? Ebbene, oggi vi diamo la ricetta del baccalà alla ghiotta, svelandovi i segreti della tradizione siciliana:

Baccalà alla ghiotta, un piatto dal sapore unico

Prima di tutto, questa è una pietanza completa. No, non c’è in alcun modo bisogno di preparare un contorno o di aggiungere un primo al proprio menù. Con un po’ di pane per fare la scarpetta, renderete tutti felici a tavola. Tradizionalmente, in Sicilia, il baccalà alla ghiotta viene spesso preparato per la Vigilia di Natale. Il “pescestocco” alla messinese, inoltre, è un piatto a dir poco storico, che si intreccia inevitabilmente con la storia e con le vite dei marinai. Un piatto unico che vi sorprenderà per i sapori incredibili e che convincerà anche i più restii a mangiare il baccalà!

Da provare: Frittelle di Baccalà: con pastella più gonfia e croccante usando un trucco

Baccalà alla ghiotta

Chef: Patty Piperita
Prepariamo il secondo piatto siciliano per eccellenza
5 da 3 voti
Stampa la ricetta
Preparazione 10 minuti
Cottura 1 ora
Tempo totale 1 ora 10 minuti
Portata Secondi piatti
Cucina siciliana
Porzioni 4 Persone
Calorie 506 kcal

Ingredienti  

Inviaci le tue ricette e verranno pubblicate! Clicca qui per entrare nel gruppo Facebook

Cosa ci occorre per il baccalà alla ghiotta

  • 1 kg baccalà reidratato e dissalato
  • 800 g patate
  • 1 cipolla grande
  • 50 g sedano
  • 1 carota media
  • 30 g pinoli
  • 30 g uvetta
  • 15 g capperi dissalati
  • 10 q.b.
  • Olive nere in salamoia, ma vanno bene anche le taggiasche
  • 2 pere spinelle o una grossa pera molto soda
  • 100 g concentrato di pomodoro

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!!

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Preparazione della ricetta
 

Come preparare il baccalà alla ghiotta

La ricetta continua dopo gli annunci…
  • Per quanto riguarda il baccalà, comprare quello dissalato. In ogni caso, prima di cucinarlo, risciacquarlo accuratamente, eliminare la pelle e le eventuali spine, per poi tagliare il filetto di baccalà a tocchetti ed eliminare le possibili lische.
  • Per la preparazione, iniziare con un soffritto di cipolla, sedano e carota, unendo poi le patate e lasciandole insaporire per una decina di minuti senza aggiungere sale, considerando che il baccalà è già sapido.
  • Incorporare uvette, pinoli, capperi, olive e la pera a tocchetti, mescolando bene.
  • Per le pere, sarebbe ideale utilizzare le piccole pere autoctone dell’Etna chiamate “spinelle” (pira da’ Muntagna), apprezzate per la loro consistenza, profumo e adattabilità alla preparazione. In caso di indisponibilità, è possibile sostituirle con una pera grande o due piccole, purché siano ben sode.
  • Aggiungere acqua alle patate fino a coprirle e lasciare cuocere per circa venti minuti.
  • Quando le patate sono quasi cotte, incorporare il doppio concentrato di pomodoro, scioglierlo bene e cuocere per qualche minuto.
  • Infine, aggiungere il baccalà e continuare la cottura per circa 45 minuti, mantenendo il coperchio leggermente aperto.
  • Se vuoi ricevere offerte strepitose, selezionate per te da Amazon, iscriviti gratis al canale Telegram, cliccando qui oppure al canale Whatsapp, cliccando qui. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!! In alternativa clicca qui, per trovare Tutto ciò che cerchi per la tua casa

  • Una volta pronto, lasciare riposare il piatto coperto per mezz’ora, quindi impiattare e servire. Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.