Vai al contenuto
Home » Cosa fare con il cibo bruciato? Trucchi furbi da sapere per non buttare più nulla!

Cosa fare con il cibo bruciato? Trucchi furbi da sapere per non buttare più nulla!

  • Serena 
  • 4 min read
cibo-bruciato-trucchi

Cibo bruciato? Niente panico! Il trucco è riuscire a gestire la situazione. Sono tantissimi i rimedi che ci consentono di recuperare il cibo bruciato, e quindi di evitare di buttarlo. Sappiamo che, del resto, può succedere: basta a volte una minuscola disattenzione per bruciare parte del cibo, e la prima cosa da fare è spegnere subito la fonte di calore e rimuovere il “bruciacchiato”, così da salvare almeno un po’ del pranzo o della cena. Ma vediamo cosa fare nel dettaglio.

Come rimuovere il sapore di bruciato dal cibo?

cibo-bruciato-cosa-fare

Eliminare il sapore di bruciato non è impossibile! A tutti capita prima o poi nella vita, magari perché andiamo di fretta o perché calcoliamo male i minuti di cottura. Mantenere la calma è fondamentale, anche perché non c’è alcun motivo per cui dovremmo andare nel panico.

La buona notizia è che si può sempre salvare il salvabile. Soprattutto quando si brucia unicamente una parte del cibo, oppure il fondo della pentola. Diverso è il caso del cibo carbonizzato: a quel punto ci toccherà cucinare di nuovo o chiamare la pizzeria…

Togliere sapore di bruciato dalle salse

Inviaci le tue ricette e verranno pubblicate! Clicca qui per entrare nel gruppo Facebook

A volte il sapore di bruciato è davvero appena impercettibile, e in questo caso siamo davvero super fortunati, perché possiamo semplicemente allungare con un po’ di brodo vegetale o di acqua. Oppure possiamo aggiungere un cucchiaino di zucchero, di miele o di sciroppo d’acero. O ancora mascherare con le spezie… insomma, il sugo si salva sempre!

Togliere il sapore di bruciato dai cibi solidi

cibo-bruciato

Abbiamo bruciato il pollo, il pesce o la carne per cena? Quindi abbiamo bruciato i cosiddetti “cibi solidi”? Capita anche questo in base ai minuti di cottura. Per evitare di buttare via tutto, dobbiamo procedere come anticipato: rimuovere il cibo dalla fonte di calore e procedere “sezionando” la parte bruciata. Praticamente i chirurghi della cucina! Tagliamo via tutto, e utilizziamo il resto.

Dopo averlo fatto, bisogna controllare anche il sapore della pietanza. Sa troppo di bruciato? Allora c’è il trucco del limone fresco sul cibo bruciato pronto ad aiutarci: basta farlo agire per qualche minuto.

Anche le erbe aromatiche possono venire in nostro soccorso per ridurre quel saporaccio. Alcune delle migliori sono il prezzemolo o il basilico, che danno un tocco fresco e leggero nel complesso alla pietanza.

E sapevi che tornano utili anche salse e condimenti? Il trucco è bilanciare i sapori nel modo corretto, senza che si avverta troppo che il cibo è stato cotto troppo. Magari una salsa agrodolce può aiutare per il pollo o la carne bruciata.

Come salvare i dolci bruciati?

Si può salvare un dolce bruciato? Possiamo provarci! Torta e biscotti non sono esenti da questa casistica, purtroppo. La prima cosa da fare è ovviamente di toglierli subito dal forno, e procedere con la rimozione delle parti andate, magari usando un coltello. Va anche cambiata la tortiera o la teglia (o comunque la carta da forno).

Solamente a questo punto possiamo procedere con la cottura, ma dobbiamo tenere presente che ovviamente sarà un po’ “bruttino” da vedere. C’è sempre un trucco che ci salva in occasione grazie alla saggezza delle nostre nonne: usiamo crema pasticcera, panna montata o Nutella per nascondere il misfatto.

Ovviamente, non possiamo che suggerire infine di prestare sempre molta attenzione ai cibi in cottura. Sappiamo che è disattenzione e che nessuno di noi vuole dare fuoco alla cena (o alla casa), ma magari un timer può essere utile, anche impostato con il cellulare.

Consigli che potrebbero interessarvi

Come riutilizzare l’olio del tonno

Come pulire i gamberi

Come eliminare i moscerini della frutta

Come rimuovere l’odore di fritto in cucina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.