Vai al contenuto

Pesche finte dolci di Prato, la migliore ricetta che tu possa trovare sul web!

pesche dolci

Questi buonissimi dolcetti, chiamati in Toscana anche pesche finte o di Prato, piacciono proprio a tutti, grandi e piccini. Assomigliano alle pesche vere e si fanno accostando tra loro due calotte di pasta brioche dopo aver messo al loro interno la crema pasticciera, che provvede a tenerle assieme. Si passano infine sullo zucchero e sono pronte.

Ricetta pesche dolci 

Inviaci le tue ricette e verranno pubblicate! Clicca qui per entrare nel gruppo Facebook

Ti potrebbero piacere…

pesche dolci pugliesi

pesche dolci al limone

crema al cioccolato per pesche dolci

Pesche dolci

Chef: Piero Benigni
Si possono farcire anche con crema al cioccolato, nutella e marmellata. A volte si decorano con una ciliegia candita o una foglia di menta o di zucchero. La ricetta è realizzata con la planetaria. Se si vuole impastare a mano ci vogliono pazienza e tempo perché la pasta brioche va lavorata almeno mezz’ora.
5 da 1 voto
Stampa la ricetta
Preparazione 40 minuti
Cottura 10 minuti
Tempo totale 50 minuti
Portata Pasticcini e Dolcetti
Cucina Italiana
Porzioni 8 Persone
Calorie 247 kcal

Ingredienti  

Ingredienti per 8 pesche, 16 calotte da 24 g l’una

    Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!!

    Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

    PER LA PASTA BRIOCHE

    • 200 g farina Manitoba
    • 35 g zucchero
    • 10 g lievito di birra fresco
    • 1/2 bustina vanillina
    • 30 ml latte
    • 1/2 scorza d’arancia grattugiata
    • 40 g burro
    • 2 uova

    PER LA CREMA PASTICCIERA

    • 250 ml latte
    • 1 uovo o 2 tuorli
    • 45 g zucchero
    • 12 g amido di mais maizena
    • 1 cucchiaio liquore all’arancia Gran Marnier o simile
    • 1/2 scorza d’arancia ritagliata

    PER LA BAGNA

    • 150 ml acqua
    • 100 g zucchero
    • 75 g alchermes

    Preparazione della ricetta
     

    Come fare le pesche dolci

      Preparare l’impasto

      • Mettete nella ciotola della planetaria la farina setacciata, lo zucchero, il lievito sbriciolato e il latte non freddo.
      • Montate la ciotola nella macchina e lavorate col gancio per 1 minuto.
      • Aggiungete il primo uovo, aspettando che sia stato ben incorporato prima di mettere il secondo.
      • Le uova devono essere a temperatura ambiente.
      • Aggiungete anche mezza bustina di vanillina e la scorza grattata di metà arancia, poi lavorate per 5 minuti.
      • Aggiungete il burro fuso o ben ammorbidito e riprendete a impastare.
      • Dopo 2 minuti aggiungete il pizzico di sale e continuate a lavorare ancora 7-8 minuti fino a incordatura, cioè quando tutto l’impasto si attorciglia al gancio.
      • Toglietelo dalla macchina, passatelo sulla spianatoia infarinata, fateci una palla ben liscia, mettetela in una ciotola infarinata, copritela con un panno o con pellicola da cucina e fatelo lievitare fino a raddoppio del volume, da 90 a 120 minuti.
      • La temperatura ideale è di 26-28 °C., se l’ambiente fosse più freddo, mettetela nel forno della stufa con la sola lampadina accesa.

      Preparare le calotte

      • Prendete l’impasto lievitato, rimpastatelo velocemente sulla spianatoia e ricavatene i pezzetti per le palline pesandoli uno per uno.
      • La pezzatura è a vostra scelta, ma tenete presente che se li fate di 15 g l’uno avrete delle pesche piccole, da 18-20 medie, da 24 g delle pesche medio grandi (100 g l’una, come in foto), da 30 g delle pesche grandi.
      • Tornite bene le palline premendole sulla spianatoia con palmo e dita della mano per averle ben lisce, poi schiacciatele e mettetele sulla teglia sulla carta da forno abbastanza distanziate tra loro. Quando le avete fatte tutte, copritele con un canovaccio e fatele lievitare ancora per 30- 40 minuti, rimettendole nel forno con la sola lampada accesa se l’ambiente dove lavorate è freddo. Durante la lievitazione tendono a crescere di spessore, quindi schiacciatele di nuovo un paio di volte, così che da cotte siano il più possibile simili a due semisfere.

      Cuocere le calotte e creare le pesche

      • Mettete in forno statico già caldo a 180 °C, calore sotto e sopra e posizione a metà in altezza.
      • Cuocete 8-10 minuti o comunque fino a leggerissima coloritura delle calotte, poi sfornate.
      • Quando sono tiepide fate dalla parte piatta un piccolo scavo col dito o con un cucchiaino, poi immergetele per qualche secondo nella bagna all’alchermes in modo che si bagnino dentro e fuori. Usando un cucchiaino o il sac-a-poche riempite lo scavo con la crema pasticciera, facendola un po’ debordare per permettere l’adesione delle due mezze pesche.
        preparazione pesche dolci
      • Accoppiatele, passatele sullo zucchero e disponetele su un vassoio. Si consumano a temperatura ambiente o fredde, meglio se tolte dal frigo 30 minuti prima.
      • Si conservano in frigorifero 2-3 giorni, coperte con pellicola alimentare.

      Come fare la crema pasticcera

      • Preparate una crema pasticciera con 250 ml di latte, 1 uovo intero o 2 tuorli, 45 g di zucchero, 12 g di maizena, la scorza di metà arancia e un cucchiaio di liquore all’arancia o rum.
      • Mettete il latte sul fornello a fiamma molto bassa con dentro la scorza di metà arancia tagliata sottile, evitando la parte bianca sottostante che è amara. In una casseruola mischiate bene l’uovo intero con lo zucchero, poi aggiungete la maizena.
      • Girate bene, aggiungete 3 o 4 cucchiai di latte tiepido e fate sciogliere bene.
      • Quando il latte sarà vicino a bollire togliete la scorza di arancia e versatelo a filo nella casseruola girando di continuo. Mettetela su fuoco medio-basso e rimestate di continuo fino a che la crema non si addenserà. La fiamma è giusta quando impiega 4-5 minuti.
      • Aggiungete il liquore e fatela bollire dolcemente per qualche minuto, sempre rimestando, perché deve essere abbastanza densa. Spengete, copritela con pellicola alimentare a contatto della superficie e fatela raffreddare del tutto. Si usa fredda.
      • Se vuoi ricevere offerte strepitose, selezionate per te da Amazon, iscriviti gratis al canale Telegram, cliccando qui oppure al canale Whatsapp, cliccando qui. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!! In alternativa clicca qui, per trovare Tutto ciò che cerchi per la tua casa

      Come preparare la bagna di Alchermes

      La ricetta continua dopo gli annunci…
      • Mettete l’acqua a scaldare in una casseruolina, aggiungete lo zucchero e fatelo sciogliere del tutto, poi mettete anche l’alchermes.

      1 commento su “Pesche finte dolci di Prato, la migliore ricetta che tu possa trovare sul web!”

      Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

      Recipe Rating




      Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.