Vellutata di broccoli, il piatto caldo dal sapore di una volta

Questa vellutata di broccoli è buona, profumatissima e delicata, con un sapore fresco ed appagante. Si prepara con due cucchiai di olio di oliva ed è davvero molto salutare: la raccomando caldamente a chi ama i piatti e i sapori naturali.

I quindici minuti in cui le cimette del broccolo stanno a bagno nell’acqua acidulata eliminano molto dell’odore tipico di tutti i cavoli, tanto che in cottura non si percepisce più. La patata serve a dare corpo al piatto senza coprire gli altri sapori, mentre lo scalogno dona il suo ineguagliabile profumo.

Ti potrebbero piacere…

vellutata di carciofi

vellutata di piselli light

vellutata di barbabietole e porri

Passato di broccoli

Vellutata di broccoli

Chef: Piero Benigni
Ami le vellutate e vuoi prepararne una con prodotti di stagione? La passata di broccoli è il piatto caldo perfetto per l’autunno
5 da 3 voti
Stampa Salva Pin Condividi su Facebook
Preparazione 40 min
Cottura 40 min
Tempo totale 1 h 20 min
Portata minestre e zuppe
Cucina Italiana
Porzioni 2 Persone
Calorie 150 kcal

Ingredienti  

Cosa occorre per fare la vellutata di broccoli

  • 450 g broccoli peso all’acquisto
  • 300 g patate
  • 500 ml brodo vegetale
  • 1 scalogno
  • 2 cucchiai olio di oliva
  • 1 foglia salvia
  • 5 cucchiai aceto
  • paprika dolce o piccante a piacere
  • noce moscata
  • 50 ml panna fresca liquida aggiunta a piacere

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Preparazione della ricetta
 

Come fare la vellutata di broccoli

  • La preparazione del piatto è facile e con risultato garantito.
  • Le quantità indicate vi danno 2 buone scodelle.
  • Iniziate con il mondare il broccolo: recidete il gambo a raso e separate le cimette, facendole a pezzetti.
  • Dovrete averne circa 300 g netti una volta mondate, che corrispondono ad un broccolo da circa 450 g all’acquisto. Passatele in un colino grande e lavatele bene sotto l’acqua corrente.
  • Mettetele in una ciotola, copritele con acqua e aggiungete 5 cucchiai di aceto.
  • Tenetele in questo bagno per 15 minuti, muovendole ogni tanto.
  • Mentre le cimette di broccolo sono nell’acqua acidulata, tritate lo scalogno e mettetelo a soffriggere molto dolcemente nella casseruola con 2 cucchiai di olio di oliva.
  • Sorvegliatelo e rimestatelo spesso, perché adora bruciarsi. Lavate, pelate e fate a tocchetti le patate.
  • Tritate la foglia di salvia.
  • Preparate anche mezzo litro di brodo vegetale perfettamente salato.
  • Quando lo scalogno sarà trasparente e morbido, cioè dopo circa 10 minuti da quando avrà iniziato a soffriggere, aggiungete in casseruola brodo, salvia tritata e patate a tocchetti.
  • Coprite e regolate la fiamma in modo da avere nella casseruola coperta il brodo sobbolla. Ogni tanto rimestate.
  • Dopo 5 minuti aggiungete le cimette di broccolo dopo averle scolate nel colino, senza lavarle sotto l’acqua corrente. Il poco aceto che portano con sé aiuterà ad eliminare ogni odore di cavolo in cottura e sarà del tutto scomparso nel piatto finito.
  • Quando patata e cimette saranno tenere, cioè dopo circa 20 minuti, spengete e frullate col pimer direttamente nella casseruola, fino ad avere una crema più o meno omogenea secondo i vostri gusti.
  • Se necessario, regolate la densità della vellutata come più vi piace aggiungendo un po’ di brodo o acqua calda per diluirla oppure facendola restringere a casseruola scoperta.
  • Tenete però presente che nel raffreddarsi fino alla temperatura a cui si consuma, si rassoderà alquanto.
  • Assaggiate e mettete a punto di sale, poi grattateci un’ombra di noce moscata.
  • La vostra vellutata è pronta e squisita così, nella sua semplicità.

Consigli

  • Se volete, potete aggiungere della panna (usatene una di qualità) cioè quella fresca liquida: per 2 persone ne bastano 50 grammi.
  • Potrete servirla calda o tiepida, in estate anche fredda, con un bel “C” di olio buono e una leggera spolverata di paprika, dolce o piccante a vostro gusto come vedete nella foto.
  • In alternativa potete mettere sopra ai piatti un trito di prezzemolo o erba cipollina.
  • Ci si accompagnano bene dei dadini di pane tostato o fritto in pochissimo olio.
  • Molti mettono del pepe sopra, alcuni anche del formaggio grattato.

Conservazione

  • Questa vellutata si conserva 2 giorni in frigorifero dentro un contenitore ben chiuso oppure protetta con pellicola alimentare. Si può congelare e dura 3 mesi nel freezer.
Condividi con gli amici…

Lascia un commento

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.