Vai al contenuto
Home » Sai quanti errori commetti ogni giorno cucinando la pasta? Te ne sveliamo 9 (+1)

Sai quanti errori commetti ogni giorno cucinando la pasta? Te ne sveliamo 9 (+1)

  • Serena 
  • 4 min read
errori-cucina-pasta

Quando diciamo “pasta”, pensiamo subito al nostro Paese, alla cucina italiana, alla bontà di tutte le varianti regionali, dalla carbonara alla lasagna. Eppure, tendiamo a commettere anche noi i nostri errori. Proprio così. Ma quali sono gli errori più comuni quando cuciniamo la pasta? A partire dalla scelta, ecco a cosa prestare attenzione d’ora in avanti.

Non tutta la pasta è uguale

pasta-cucina-errori

Non facciamo l’errore di credere che tutta la pasta è uguale! Per esempio, una pasta trafilata al bronzo è ben diversa dal formato integrale. Ogni qualità è maggiormente adatta in base alla preparazione e anche ai nostri gusti personali.

A ogni formato il suo sugo

Riusciamo a immaginare, per caso, la carbonara con le farfalle? Una questione di abbinamento da non sottovalutare, soprattutto quando il sugo è molto liquido, se non cremoso, richiede la pasta lunga (come la carbonara, appunto). O, in alternativa, la pasta corta è particolarmente indicata per i sughi che non sono eccessivamente omogenei.

Quanta acqua per la pasta?

Un conto è risottare la pasta, un conto è cuocerla in oca acqua. Ecco, la regola vuole che ogni 100 grammi di pasta usiamo 1 litro di acqua. Su questo non possiamo proprio sgarrare, anche perché c’è il rischio di usarne troppa, o troppo poca.

La pasta si può sciacquare?

Non tutti se lo chiedono, anzi. Teniamo presente che nella cucina giapponese questo passaggio esiste: il riso va sciacquato in acqua, ed è uno step fondamentale. La stessa cosa vale per l’acqua? Possiamo, di fatto, sciacquarla? In realtà no, non è necessario in alcun modo, perché bloccheremmo la cottura. No, non dobbiamo sciacquarla nemmeno per fare l’insalata di pasta.

A volte il tempo di cottura sfugge

Il tempo, si sa, soprattutto quando si cucina, vola! E basta davvero molto poco per “l’attimo fuggente”, se così possiamo dire. Negli ultimi anni poi è di gran tendenza la risottatura della pasta, e in tal senso dobbiamo avere cura di scolarla 3-4 minuti prima, in modo tale da mantecarla al meglio, aggiungendo l’apposita acqua di cottura.

Quanto sale nell’acqua?

errori-cucina-pasta-ricette

Ma quanto sale ci va nella pasta? In tutte le ricette leggiamo q.b., ovvero quanto basta, ma spesso andiamo a occhio. Ebbene, siccome la cucina è anche chimica, un po’ come la pasticceria, siamo qui per svelare che ci vanno esattamente 7 grammi di sale per 100 grammi di pasta. Altra cosa: il sale si butta solo quando l’acqua bolle, altrimenti rallenta solo il bollore.

Si può cucinare la pasta con il coperchio?

Un’altra domanda che spesso ci poniamo è: dobbiamo usare il coperchio per cucinare la pasta? Assolutamente no! O almeno: possiamo coprire la pentola, in modo tale da accelerare il bollore, ma poi va tolto.

Aggiungere l’olio nella pasta è indispensabile?

No, in alcun modo. C’è la credenza che sia un passaggio fondamentale per un motivo: evitare di far incollare la pasta. È una tecnica usata per la pasta all’uovo, ma la chimica ci suggerisce che serve davvero a ben poco, quindi conserviamo l’olio.

In quale pentola cuocere la pasta?

La pentola va scelta anche in base al formato di pasta. Facciamo un esempio: se stiamo cucinando gli spaghetti, non possiamo optare per una pentola troppo bassa. L’alternativa è doverli spezzare, e per noi italiani è un crimine!

Come scolare la pasta?

La pasta va scolata rigorosamente al dente, come abbiamo visto, usando un apposito scolapasta. Quello che suggeriamo però è di conservare l’acqua della pasta, perché i suoi usi sono praticamente infiniti.

Ricette che potrebbero interessarvi

Pasta asparagi e gamberetti

Come pesare la pasta senza bilancia

Pasta alla cenere

Come riciclare la pasta avanzata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.