CARCIOFI alla CONTADINA un piatto semplice di ORIGINI ANTICHE

In cucina...

Seguici sui social

259,187FanMi piace
104,704FollowerSegui
76,324FollowerSegui
350FollowerSegui
496FollowerSegui

Oggi vediamo insieme come fare i carciofi alla contadina.

Un po’ di storia per spiegare le origini dei carciofi alla contadina: in passato, nelle famiglie contadine, appunto, le massaie non avevano certo il tempo di stare ore ai fornelli, ma col fuoco ne sapevano una più del diavolo e lo facevano durare quanto volevano. Sistemato il tegame sul focolare nella posizione opportuna, potevano dedicarsi ad altre faccende, anche andare nei campi, perché al loro ritorno avrebbero trovato il piatto pronto.

RICEVI LE NUOVE RICETTE IN ANTEPRIMA SU WHATSAPP, direttamente sulla tua chat! Salva il mio numero di telefono +393791029645, memorizzalo come Lory Lemillericette e scrivimi su whatsapp il tuo NOME e COGNOME. Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.
Carciofi Alla Contadina Un Piatto Semplice Di Origini Antiche

CARCIOFI ALLA CONTADINA

Chef: Piero Benigni
La preparazione di questo piatto è semplicissima: il segreto sta tutto e soltanto nella lunga cottura a fuoco molto dolce. Ottimo anche per chi è alle prime armi in cucina.
4.42 da 12 voti
Preparazione 30 min
Cottura 1 h
Tempo totale 1 h 30 min
Portata Contorni
Cucina Italiana
Porzioni 4 Persone
Calorie 120 kcal

Ingredienti
  

Cosa occorre per fare

  • 8 carciofi
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 cucchiai olio di oliva
  • 1/2 limone

Istruzioni
 

Come fare i carciofi alla contadina

    Pulire e tagliare i carciofi

    • Preparate una ciotola con acqua e strizzateci mezzo limone. Mondate i carciofi, torniteli e tagliateli in quarti. Solo se fossero molto grossi, fateli a spicchi più piccoli.
    • Eliminate la peluria interna, se presente poi, man mano che procedete, buttateli gli spicchi subito nell’acqua acidulata col limone.
    • Mondate anche circa 6 cm dei gambi, spellandoli.

    Cuocere i carciofi alla contadina

    • Scegliete un tegame in cui possano stare in un unico strato: importante che non sia troppo grande. Metteteci a rosolare l’aglio tritato fine con 2 cucchiai d’olio di oliva. Appena prende colore, aggiungete i carciofi e sistemateli ben accostati gli uni agli altri.
    • Copriteli un po’ più che a filo con l’acqua acidulata della ciotola, salate moderatamente e iniziate la cottura a fuoco molto dolce e tegame coperto.
    • Il tegame con i carciofi deve appena fremere e in genere basta il fornello più piccolo.
    • Dopo 40 minuti muoveteli dolcemente e scoprite il tegame, continuando la cottura per altri 20 minuti.
    • Saranno cotti, tenerissimi, quando l’acqua sarà terminata. Se ci fosse ancora acqua con i carciofi cotti a puntino, eliminatela e rimettete il tegame sul fuoco per farli asciugare.
    • Poco prima della fine assaggiate e mettete a punto di sale.

    I consigli dello chef Piero

    • Questi carciofi sono davvero deliziosi, col sapore del carciofo integro, non dilavato come avviene con la lessatura e grazie anche al leggero sentore del limone che era nell’acqua. Si gustano in genere a temperatura ambiente, sia come antipasto che come contorno per molte pietanze, carni o pesce, strappando sempre grande approvazione.
    • Si possono gustare come sono oppure conditi all’agro, con olio e limone, e si abbinano divinamente ad una buona maionese.
    • I carciofi alla contadina si conservano 3 giorni in frigorifero, ben coperti con pellicola alimentare o in un contenitore chiuso; si possono anche congelare, con una durata di 3 mesi nel freezer. Buon appetito!

    LASCIA UN COMMENTO

    Recipe Rating




    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Ultime ricette

    Altre golosità per te...