POLENTA VALDOSTANA PASTICCIATA al RAGÙ più buona di quella classica

Oggi vediamo insieme come fare la polenta valdostana pasticciata al ragù.

Un piatto tipicamente invernale, la polenta è un must nel nord Italia, soprattutto in Val D’Aosta, ma si gusta in molte altre regioni, anche del centro. Quella che vi proponiamo oggi non è la classica polenta servita sulla tavola di legno, ma un piatto più gustoso ed originale. 

POLENTA VALDOSTANA PASTICCIATA

Chef: Patrizio Lombardi
Hai mai assaggiato la polenta pasticciata? Una delizia che non dimenticherai facilmente per quanto è buona!
5 da 3 voti
Stampa Salva Pin Condividi su Facebook
Preparazione 20 min
Cottura 1 h
Tempo totale 1 h 20 min
Portata Primi Piatti
Cucina Italiana
Porzioni 4 Persone
Calorie 250 kcal

Ingredienti  

Iscriviti sul nostro gruppo Facebook, cliccando qui e partecipa anche tu con ricette e consigli.

Cosa occorre per fare la polenta valdostana al ragù

  • 350 g farina di mais
  • 1,5 litri acqua
  • 30 g burro
  • 350 g fontina della Valle d’Aosta
  • 1 cucchiaio sale grosso
  • 2 salsicce
  • 500 g macinato
  • 1/2 cipolla
  • passata di pomodoro qb
  • olio
  • sale
  • pepe

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Preparazione della ricetta
 

Come si fa la polenta valdostana al ragù

    Preparare il ragù

    • Per prima cosa preparare il ragù di macinato e salsiccia bello abbondante, facendo soffriggere la cipolla con l’olio ed unire la salsiccia sbriciolata e la carne macinata, rosolando per qualche minuto. Versare poi il pomodoro, aggiustare di sale e cuocere il sugo fin quando si sarà ritirato un po’.

    Come fare la polenta perfetta

    • Preparare ora la polenta come da ricetta tradizionale.
    • Porre sul fuoco l’acqua, in una pentola capiente e antiaderente, aggiungere 3 prese di sale (meglio non esagerare, nel caso servisse, si potrà aggiungere a fine cottura) e farla intiepidire, aggiungendo un filo d’olio che aiuta a evitare la formazione di grumi. Quando l’acqua si sarà scaldata (prima del bollore), versare 350 grammi di farina a pioggia e cominciare a mescolare.
    • Lasciar cuocere la polenta per 45-60 minuti, continuando a mescolare, fino a raschiare il fondo della pentola e sempre nella stessa direzione.
    • Per poter aggiustare le dosi in cottura, in ogni caso, è sempre meglio avere sul fuoco un pentolino di acqua bollente leggermente salata da aggiungere all’occorrenza.
    • La polenta sarà pronta quando tenderà a staccarsi dai bordi della pentola.

    Preparare la polenta pasticciata

    • Tagliate il formaggio a dadini.
    • Una volta che la polenta sarà pronta non vi resterà che iniziare a comporre gli strati nei tegamini, oppure in una pirofila da forno: polenta, sugo, formaggio, parmigiano grattugiato e così via fino a riempirla tutta. In cime aggiungere anche dei fiocchetti di burro.
    • A questo punto infornare a 200° per 20 minuti, fino a quando il formaggio non si sarà sciolto.
    • Servire la polenta valdostana tiepida per evitare ustioni.

    Lascia un commento

    Recipe Rating




    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.