Muffin brioche con Bimby

Dolci, soffici e tutti tempestati di granella: prova subito questa ricetta!

Muffin brioche con Bimby

Chef: Isabella Lillo
Straordinari muffin che adoreranno grandi e piccini. Li prepari in pochi minuti con il Bimby e li cuoci per 20 minuti!
Stampa Salva Pin Condividi su Facebook
Preparazione 10 min
Cottura 20 min
Tempo di lievitazione 1 h 30 min
Tempo totale 2 h
Portata Colazione, Dessert
Cucina Italiana
Porzioni 4 Persone

Attrezzatura

Iscriviti sul nostro gruppo Facebook, cliccando qui e partecipa anche tu con ricette e consigli.

  • Biimby

Ingredienti  

Cosa occorre per preparare i muffin brioche con Bimby

  • 600 g farina “0”
  • 70 g olio di semi di girasole
  • 280 g latte
  • 30 g zucchero
  • Mezzo cubetto di lievito di birra
  • 1 uovo
  • 10 g sale
  • Marmellata per la farcitura
  • Zucchero a granella
  • latte qb per spennellare la superficie

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Preparazione della ricetta
 

Cosa occorre per prepararei muffin brioche con Bimby

  • Inserire nel boccale del Bimby il latte,l’olio, lo zucchero, l’uovo e il lievito.
  • Azionare per 1 minuto 37° gradi a velocità 2;
  • Aggiungere farina e sale e azionare 4 minuti a velocità spiga.
  • Far lievitare fino al raddoppio.
  • Una volta pronti i muffin, lasciare lievitare ancora un’oretta.

Cottura dei Muffin brioche con Bimby

  • Infornare a 180 gradi per 20 minuti.
  • Spennellare la superficie con latte e granella di zucchero.

“Se non hanno pane, che mangino brioche”

Per prima cosa sfatiamo un luogo comune e riabilitiamo un poco la figura della povera decapitata Maria Antonietta. Costei non pronunciò mai le parole ” Se non hanno pane, che mangino brioche” durante la guerra della farina nel 1775. Questa leggenda metropolitana fu diffusa durante la rivoluzione francese per rendere la regina ancora più invisa. Ci si basò su quanto scritto dal filosofo Rousseau nelle “Confessioni ” ma costui faceva riferimento ad una principessa non meglio identificata che pronunciò tali parole nel 1741. La povera Maria Antonietta non era ancora nata!

Sai che differenza c’è fra croissant e brioche?

La brioche ha origini francesi è fatta con gli stessi ingredienti del croissant ma con in più il lievito e maggiori quantità di zucchero e burro. Originariamente era una torta di forma tonda da cui se ne potevano staccare dei pezzi, simile al Danubio napoletano. Il croissant ha una derivazione austroungarica e poi spopolò in Francia. Venne importato a Parigi da un ufficiale austriaco di nome Zang che aprì nella capitale francese la Boulangerie Viennoise. Il croissant non ha lievito né uova. È però il termine più diffuso nel Mondo.

Lascia un commento

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.