Vai al contenuto
Home » Panini alla carota e semi, sofficissimi ed economici (troppo buoni!)

Panini alla carota e semi, sofficissimi ed economici (troppo buoni!)

panini alla carota

Avete mai provato i panini alla carota e semi? Si preparano in modo semplicissimo: i lievitati spesso “spaventano”, perché magari si teme di fare un piccolo pasticcio con la lievitazione. Nessun problema, siamo qui per guidarvi passo dopo passo: i panini alla carota e semi sono buonissimi e possono essere mangiati come snack o accompagnamento.

Come accompagnare i panini alla carota?

Uno degli aspetti più interessanti di questa ricetta è che va bene sia con le creme dolci la marmellata o, perché no, la cioccolata bianca, quanto con i salumi e i formaggi. Sì, proprio così: i panini alla carota sono enormemente versatili, e del resto proprio l’ortaggio è grande protagonista di ricette dolci e salate. Da provare assolutamente, seguendo i nostri consigli in merito alla lievitazione: risulteranno sofficissimi.

Da provare: Conosci i panini gomitolo? Brioche salate con mascarpone nell’impasto (faranno furore!) Foto passo passo

Panini alla carota

Chef: Acquolina Lina
Deliziosi panini sofficissimi a base di carota e semi, facili da preparare
5 da 1 voto
Stampa la ricetta Condividi su Pinterest
Preparazione 30 minuti
Cottura 20 minuti
Tempo di riposo 3 ore
Tempo totale 3 ore 50 minuti
Portata Pane e Lievitati
Cucina Italiana
Porzioni 8 Persone
Calorie 173 kcal

Ingredienti  

Inviaci le tue ricette e verranno pubblicate! Clicca qui per entrare nel gruppo Facebook

Cosa ci occorre per i panini alla carota e semi

  • 100 g acqua frizzante
  • 1 pizzico di zucchero
  • 3 g lievito di birra sbriciolato
  • 250 g semola rimacinata
  • 80 g carote
  • 20 g olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiaini di semi di papavero
  • 2 cucchiaini di semi di zucca
  • 2 cucchiaini di semi di lino
  • 2 cucchiaini di semi di sesamo bianco
  • Olio per spennellare
  • Sale q.b.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!!

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Preparazione della ricetta
 

Come preparare i panini alla carota e semi

  • Cuocere al vapore le carote e frullarle con l’olio evo.
  • Aggiungere l’acqua frizzante, un pizzico di zucchero e il lievito di birra sbriciolato in una ciotola.
  • Lasciare attivare il lievito per qualche minuto, poi aggiungere la farina di semola rimacinata, un pugno per volta, insieme alla crema di carote, due cucchiaini ciascuno di semi di papavero, zucca, lino e sesamo bianco. Infine, un pizzico di sale.
  • Impastare tutti gli ingredienti per qualche minuto, unendo se necessario un altro pugno di semola.
  • Formare un panetto e lasciare nella ciotola coperta da un canovaccio finché non raddoppierà di volume.
  • Una volta lievitata, sgonfiare l’impasto e rimaneggiarlo per alcuni minuti su un piano da lavoro, quindi rimetterlo nella ciotola finché non sarà nuovamente gonfio.
  • A questo punto dividere l’impasto in piccoli pezzetti da 40 grammi ciascuno e dargli la forma desiderata.
  • Disporli direttamente su una teglia rettangolare grande, spennellare con olio e lasciare da parte finché non saranno gonfi.
  • Preriscaldare il forno a 190 gradi.
  • Se vuoi ricevere offerte strepitose, selezionate per te da Amazon, iscriviti gratis al canale Telegram, cliccando qui oppure al canale Whatsapp, cliccando qui. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!! In alternativa clicca qui, per trovare Tutto ciò che cerchi per la tua casa

  • Quando il forno è ben caldo, cuocere i panini a 190 gradi per 20 minuti. Sono deliziosi sia accompagnati con creme dolci quanto salumi e formaggi, oppure da soli risultano ugualmente squisiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.