PIZZA DOLCE DI PASQUA

RICETTA DI: RAFFAELLA STELLA Ingredienti: 650 gr circa di farina (io ho usato metà manitoba, metà 00) 1 cubetto di lievito di birra 250 gr di zucchero 100 gr di lattePIZZA DOLCE DI PASQUA 100 gr di burro (o strutto) scorza e succo di 1 limone scorza e succo di 1arancia liquore a vostra scelta (io ho messo il rum) 1 pizzico di cannella 2 uova intere a temperatura ambiente (se di frigo bloccano la lievitazione) 1) Preparate il primo impasto Fate sciogliere il lievito in poca acqua tiepida e mescolatelo a circa 100 gr di farina manitoba fino ad avere una palla morbida. Mettete a lievitare in luogo caldo coperto da un panno per circa 12 ore. 2) Preparate il secondo impasto. Aggiungete al primo impasto il latte tiepido, metà delle farine, le uova sbattute con lo zucchero, le scorze e il succo di arancia e limone, il burro fuso fatto intiepidire (non caldo mi raccomando) e le restanti farine, infine un cucchiaio di liquore e un pizzico di cannella fino ad avere una massa morbida (io ho fatto tutto con l’impastatrice) . Mettere in una teglia per pizze di Pasqua precedentemente imburrata (la trovate nei negozi di casalinghi). Far lievitare coperto da un panno al caldo (io ho accesso precedentemente il forno per 1 minuto a 30 – 40 °C e poi ho spento prima di mettere l’impasto a lievitare) finchè non raggiunge il bordo della teglia (a me sono volute circa 8 ore , mi raccomando non avete fretta). 3) Infornate. Spennellare delicatamente la superficie con un uovo e infornare (potete posizionare un pentolino con acqua sul fondo del forno per tutta la cottura, non è obbligatorio, ma è consigliato). In forno preriscaldato statico (non ventilato mi raccomando) a 160°C per circa 50-60 minuti (io ho fatto la prova stecchino a fine cottura). Sfornate, fate raffreddare completamente e poi estraete molto delicatamente dalla teglia. Farla raffreddare bene. Conservatela ben chiusa in un sacchetto di cellophane (io uso quelli grandi per freezer) per mantenere aroma e morbidezza e evitare che si secchi troppo. P.S. le dosi totali di farina sono indicative, a seconda della consistenza dell’impasto (che comunque deve essere abbastanza morbido) potrebbe volercene di più o di meno, per questo la farina non viene aggiunta tutta in una volta. L’impasto deve essere lavorato per 20 minuti, se avete un impastrice faticherete ancora meno.

Condividi con gli amici…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.