Dolcetti alla marmellata di ciliegie

In 10 minuti potremmo preparare questi deliziosi dolcetti ripieni con farcitura a scelta fra nutella, marmellata di ciliegie o albicocca o qualsiasi altra confettura

Dolcetti alla marmellata di ciliegie

Chef: Teresa Bellavista
Dolcetti subito pronti per un breakfast goloso
Stampa Salva Pin Condividi su Facebook
Preparazione 10 min
Cottura 20 min
Tempo totale 30 min
Portata Dessert, Pasticcini e Dolcetti
Cucina Italiana
Porzioni 4 Porzioni

Attrezzatura

Iscriviti sul nostro gruppo Facebook, cliccando qui e partecipa anche tu con ricette e consigli.

  • stampini per muffin

Ingredienti  

Cosa occorre per preparare i dolcetti alla marmellata di ciliegie

  • 2 uova
  • 150 g di zucchero di canna
  • 100 g di farina
  • 50 g di fecola mezza bustina di lievito
  • 80 g di burro
  • marmellata o Nutella

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Preparazione della ricetta
 

Come si preparano i dolcetti alla marmellata di ciliegie

  • Sbattere a lungo le uova con lo zucchero, poi aggiungere la farina, la fecola e il lievito ed infine il burro morbido.
  • Montare a lungo con uno sbattitore elettrico.
  • Mettere un po’ di impasto negli stampini, riempire ogni dolcetto con mezzo cucchiaino di marmellata o Nutella.
  • Ricoprire con un po’ di impasto.
  • Terminare con mezzo cucchiaino di marmellata.

Cottura dei dolcetti

  • Infornare a 180 gradi per 20 minuti e servire i dolcetti.

Che differenza c’è fra confettura e marmellata?

Nel linguaggio comune si parla genericamente di marmellata di frutta ma purtroppo abbiamo sempre sbagliato. Quando ci riferiamo al trasformato di zucchero e albicocche, pere, fragole, ciliegie, fichi, pesca, frutti di bosco etc. dovremmo infatti parlare di confettura. La percentuale di frutta, per legge, non può essere inferiore al 35%. Con il termine marmellata, invece, dovremmo far riferimento unicamente alla purea di agrumi cotti con lo zucchero e gelificata. Una dDirettiva europea del lontano 1979 ci dice che il contenuto di agrumi minimo per la marmellata è del 20%. Mentre per quando riguarda la definizione di marmellata, la Direttiva indica che può dirsi tale solo se a base di arancia, polmpelmo, limone, cedro, bergamotto e mandarino. Ci sono poi le composte. Queste ultime sono “marmellate più light” ovvero contengono meno zucchero e soprattutto solo lo zucchero della frutta, il fruttosio. Inoltre le composte sono più ricche di frutta. Ci sono poi le marmellate o confetture “extra”. In questo caso avremo una percentuale di frutta che deve superare il 45%.

Lascia un commento

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.