Frittelle di ricotta, morbidissime e senza burro

Oggi vediamo insieme come fare le frittelle di ricotta.

Dall’inizio del Carnevale fino al 19 marzo, giorno di San Giuseppe, è tempo di frittelle. Se le tradizionali sono fatte con il riso, non ci si deve dimenticare di quelle di ricotta, altrettanto buone e delicate. Anche la versione di frittelle abruzzesi e le frittelle salate sono degne di nota per uno spuntino o un gustoso aperitivo.

Frittelle di ricotta

Chef: Piero Benigni
Frittelle da ogni parte, ma queste alla ricotta sono da provare! Morbidissime e profumate, non resisterai alla tentazione di mangiarle tutte!
4.10 da 10 voti
Stampa Salva Pin Condividi su Facebook
Preparazione 30 min
Cottura 10 min
Tempo totale 40 min
Portata Pasticcini e Dolcetti
Cucina Italiana
Porzioni 8 Persone
Calorie 223 kcal

Ingredienti  

Iscriviti sul nostro gruppo Facebook, cliccando qui e partecipa anche tu con ricette e consigli.

Cosa occorre per fare le frittelle di ricotta

  • 250 g ricotta
  • 50 g zucchero
  • 2 uova
  • 1 bustina lievito in polvere per dolci
  • 100 g farina
  • scorza di metà arancia o limone
  • 2 cucchiai liquore da dolci
  • 1 pizzico sale
  • q.b. olio di arachide
  • q.b. zucchero a velo per rifinire

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Preparazione della ricetta
 

Come fare le frittelle di ricotta

    Impastare gli ingredienti

    • Perché queste frittelle vengano buone bisogna che la ricotta sia per quanto possibile priva del siero che sempre l’accompagna. Mettetela quindi con un buon anticipo dentro un colino o un colapasta, apritela e salatela leggermente, poi lasciatela a scolare diverse ore, possibilmente in frigorifero.
    • Se non avete tutto questo tempo, mettete la ricotta dentro un canovaccio pulito, piegate e girate la stoffa in modo di farci una palla e strizzate forte in modo da far uscire il siero dalla trama del tessuto.
    • Montate le uova con lo zucchero fino a quando non saranno ben spumose, poi aggiungete il lievito, la scorza grattata di mezzo limone o arancia, la farina setacciata, la ricotta e il bicchierino di liquore, che potrà essere Strega o altri da dolci, Alchermes o Vinsanto.
    • Mischiate ancora con le fruste fino ad avere un impasto omogeneo e assolutamente senza grumi. Se avete salato la ricotta prima di metterla a scolare, non sarà necessario aggiungere altro sale. In caso contrario, mettetene un pizzico.
    • Controllate che l’impasto sia ben denso, aggiungendo se necessario un po’ di farina.

    Cuocere le frittelle alla ricotta

    • Prendetelo a piccole porzioni, con un cucchiaino grande, e friggetelo in abbondante olio di arachidi già a temperatura di 160-170°.
    • Dovranno impiegare 3 o 4 minuti ad assumere un bel colore beige abbastanza scuro come mostrano le foto.
    • Toglietele, scolatele bene e posatele su carta assorbente.
    • Si consumano calde, tiepide o fredde, sempre spolverate di zucchero a velo prima di essere servite.

    Conservazione

    • Queste frittelle durano 2 o 3 giorni in frigorifero, ma è consigliabile consumarle velocemente perché dopo alcune ore si rammolliscono, come fanno tutti i dolci con la ricotta, che fa riaffiorare l’umidità che sempre le rimane.
    • Non consiglio di congelarle.
    • Se ami le frittelle, prova anche le frittelle di carnevale, le frittelle al limone e le frittelle veneziane ripiene.

    Lascia un commento

    Recipe Rating




    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.