PANDORO CON GOCCE DI CIOCCOLATO, CON LIEVITO MADRE O LIEVITO DI BIRRA

PANDORO CON GOCCE DI CIOCCOLATO, CON LIEVITO MADRE O LIEVITO DI BIRRA Emulsione: 50 g zucchero a velo 20 g miele 2 cucchiai buccia di limone grattugiata 30 g canditi misti cedro e arancia 1/2 cucchiaino vaniglia pura 70 g burro 4 ml aroma panettone (se non lo avete, potete tranquillamente non metterlo) 1 cucchiaino amaretto di Saronno 40 g cioccolato bianco Primo impasto: 1 uovo intero (55 g) 1 tuorlo (20 g) 150 g farina manitoba (o W400) 80 g zucchero 70 g burro 30 ml latte 20 ml acqua 115 g lievito madre (oppure 50 ml acqua impastata con 10 g lievito di birra e 50 g farina manitoba) Secondo impasto: 30 ml acqua 2 uova intere (125 g) 1 tuorlo (20 g) 220 g farina manitoba (o W400) 3 g sale 4 g malto 80 g gocce di cioccolato Preparazione: Per preparare un pandoro soffice e ben lievitato, dovrete rinfrescare il lievito madre per tre volte a distanza di 4 ore tra un rinfresco e l’altro, il giorno del primo impasto. Una volta pronto, prendete la quantità necessaria (oppure il lievitino fatto raddoppiare di volume) e ponetelo nell’impastatrice. Unite la farina, l’acqua, il latte e metà delle uova, sbattute tutte insieme. Azionare l’impastatrice con il gancio e fatela lavorare fino al completo assorbimento degli ingredienti; aggiungete ora l’altra metà delle uova e lo zucchero a più riprese. Versare ora il burro a pomata, sempre pian piano e continuate ad impastare, facendo attenzione a mantenere sempre il composto freddo. Effettuare delle pieghe aiutandovi con una spatola e riponete il vostro panetto (sarà molto appiccicoso) a lievitare fino al raddoppio del volume. Con il lievito madre ci vorranno circa 12 ore, meno con il lievito di birra. Preparate ora l’emulsione da utilizzare il giorno successivo. Grattugiate il limone e tritatelo insieme ai canditi e al cioccolato bianco. Unite il burro sciolto a bagnomaria, la vaniglia, l’aroma panettone, l’amaretto, il miele e lo zucchero a velo. Mescolate bene il tutto e ponetelo in un bicchiere coperto con pellicola. Dovrà restare a temperatura ambiente. Il giorno successivo riprendere il primo impasto e, sempre con la planetaria, impastarlo con la farina versata in due volte, l’acqua e il malto per circa 10-15 minuti. Unire il sale, metà delle uova, sempre sbattute tutte insieme, ed attendere che siano ben assorbite, prima di aggiungere le altre. Versare ora l’emulsione ed incorporare sempre a più riprese nell’impasto. Completare ora con le gocce di cioccolato, che avrete messo nel congelatore il giorno prima, per far restare l’impasto il più bianco possibile. Fatele incorporare bene, azionando per qualche minuto la planetaria a bassa velocità. Ad operazione conclusa, pirlare di nuovo l’impasto cercando il più possibile di fare delle pieghe, con l’aiuto di una spatola e ponetelo in uno stampo da pandoro, imburrato ed infarinato. Coprire con pellicola e fatelo lievitare in forno spento con la luce accesa, fin quando il pandoro non avrà raggiunto 1 cm dal bordo. Ci vorranno circa 9 ore con il lievito madre (dipende dal forno, dalla temperatura della vostra casa oppure da quanto tempo ha il vostro lievito madre), meno con il lievito di birra. Accendere il forno a 150° e cuocere nel ripiano più basso del forno per circa 45-50 minuti. Fare prova stecchino utilizzando gli stecchi da spiedini. Una volta pronto, lasciarlo nello stampo per un’ora. Rigirarlo poi su una gratella e farlo raffreddare completamente per un paio d’ore. Chiuderlo quindi in un sacchetto e spolverizzare con zucchero a velo prima di servire. Se ti è piaciuta questa ricetta, contipnua a seguirci su www.lemillericette.it PANDORO CON GOCCE DI CIOCCOLATO, CON LIEVITO MADRE O LIEVITO DI BIRRA

Condividi con gli amici…

3 commenti su “PANDORO CON GOCCE DI CIOCCOLATO, CON LIEVITO MADRE O LIEVITO DI BIRRA”

  1. Buongiorno. Quanto peserà il pandoro finito? Io ho uno stampo da 500g questa ricettà per quanti grammi è? Grazie mille e complimenti per le vostre ricette.

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.