Pesto di salvia sorprendente e ideale per mille usi in cucina

Oggi vediamo insieme come fare il pesto di salvia.

Il pesto alla salvia è molto buono, delicato e molto facile da fare. Si prepara in 10-15 minuti ed è davvero eccellente per condire la pasta, gli gnocchi, i ravioli o il riso, esattamente come il classico e amatissimo pesto alla genovese. Allo stesso modo si può usare sopra verdure lesse, specialmente le patate, ma anche su quelle grigliate, sul pesce lessato o arrostito, per fare deliziosi crostini di pane o di focaccia ed altro ancora.

Pesto di salvia

Chef: Piero Benigni
Ami il classico pesto, ma vuoi provare un gusto nuovo e altrettanto gustoso? Ti consiglio il pesto di salvia… provalo e ti innamorerai.
4.45 da 9 voti
Stampa Salva Pin Condividi su Facebook
Preparazione 10 min
Tempo totale 10 min
Portata Marmellate e Conserve
Cucina Italiana
Porzioni 4 Persone
Calorie 140 kcal

Ingredienti  

Iscriviti sul nostro gruppo Facebook, cliccando qui e partecipa anche tu con ricette e consigli.

Cosa occorre per fare il pesto di salvia

  • 25 foglie salvia circa 10 g
  • 30 g pinoli
  • 40 g formaggio parmigiano o pecorino
  • 1/2 spicchio aglio
  • 100 ml olio di oliva
  • 2 pizzichi di sale

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Preparazione della ricetta
 

Come fare il pesto di salvia

  • La preparazione di questa salsa è facile e veloce.
  • Prendete 25 foglie di salvia di dimensione media, ma se ne avete di piccole ve ne serviranno 30-35, mentre se fossero grandi ve ne basteranno una ventina. In ogni caso, se volete pesarle, ne servono 10 g.
  • Tagliate il gambo a filo delle foglie e lavatele per qualche minuto in acqua corrente, poi scolatele, buttatele su un canovaccio, asciugatele con cura e tritatele finemente sul tagliere.
  • Grattate il formaggio, che potrà essere del parmigiano-reggiano oppure del pecorino sardo o romano ma anche un mix tra i due, secondo le vostre preferenze.
  • Mettete nel contenitore i pinoli, la salvia tritata, l’olio, i 2 pizzichi di sale e l’aglio. Di quest’ultimo potrete usarne da mezzo spicchio a 2 interi, a seconda di quanto ne amate la presenza sulla salsa finita.
  • Con 1/2 spicchio, quantità che suggerisco, si sentirà molto poco.
  • Frullate a bassa velocità col tritatutto, dando colpetti di 4-5 secondi intervallati da pause eguali: il fine è di ridurre al minimo l’ossidazione della salvia.

Consistenza

  • Quando avrete un impasto omogeneo e poco granuloso aggiungete il parmigiano, mischiate con un cucchiaino e frullate ancora senza insistere troppo: il pesto dovrà avere alla fine una grana minuta ma visibile e non essere come una crema.

Come usare il pesto alla salvia

  • Sarà ottimo per condire la pasta o il riso, per fare il risotto, da mettere su verdure e pesci lessati o arrostiti, per preparare dei saporiti crostini ed altro ancora, come il pesto alla genovese.
  • Ottimo anche per condire gnocchi e ravioli al posto del classico condimento “burro e salvia”.

Conservazione

  • Tenuto in un contenitore con coperchio ermetico si conserva una settimana nel frigo.
  • Si può congelare e dura 3 mesi nel freezer.

Variante gustosa

  • Questo pesto ha come diffusa variante l’uso di gherigli di noce al posto dei pinoli: il gusto cambia sensibilmente ma è altrettanto buono. Se l’aglio non piace, si può tranquillamente omettere.
  • Se ami il pesto, prova anche il pesto di zucca e noci e il pesto di melanzane e pomodorini.

Lascia un commento

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.