Vai al contenuto

Penne alla lardiata: la ricetta originale, tipica napoletana, che fa gola a tutti

pasta alla lardiata

Ci sono molteplici ricette della tradizione napoletana da cui possiamo attingere: ricette di incredibile bontà, da preparare con ingredienti speciali. Le penne alla lardiata – o anche mezzanielli alla lardiana – rientrano tra i piatti più antichi della tradizione partenopea a tavola. Oggi vi diamo la ricetta da seguire passo dopo passo, svelandovi qualche curiosità.

Le origini della lardiata

L’ingrediente principale delle penne alla lardiata è ovviamente il lardo, che viene insaporito dalla presenza dei pomodorini, del pecorino e del pepe. Come molti piatti della tradizione napoletana, è di origine povera: in effetti, questo piatto veniva preparato per dare uno sprint in più alla classica pasta con il pomodoro. Ovviamente, questa ricetta è stata spesso rielaborata, e ogni famiglia napoletana magari segue una variante particolare. Per esempio, c’è chi la predilige con un tocco di aglio, chi con la cipolla, chi mette il basilico o il prezzemolo, o magari chi toglie i pomodorini e quindi propone la propria versione in bianco.

A rendere speciali le penne alla lardiata è la passione. Del resto, questo piatto povero è nato proprio dalla tradizione, ma soprattutto dall’abilità di contadini di conservare ogni alimento: sì, come gli scarti del maiale sotto sale, ovvero il lardo. Chiaramente, non è un piatto che tendenzialmente potremmo definire leggero, ma è indubbiamente buonissimo: ci vogliono pochi ingredienti per prepararla, ma la presenza del lardo… bè, le calorie non si contano alla domenica, no? E ora andiamo in cucina per concederci questa squisitezza, fortemente calorica, sì, ma super saporita.

Da provare: Mezzi rigatoni con polpette al sugo alla napoletana: il piatto ricco e completo

Penne alla lardiata napoletana

Chef: Patrizio Lombardi
Prepariamo insieme il tipico piatto napoletano
5 da 1 voto
Stampa la ricetta
Preparazione 9 minuti
Cottura 20 minuti
Tempo totale 29 minuti
Portata Primi Piatti
Cucina napoletana
Porzioni 4 Persone
Calorie 736 kcal

Ingredienti  

Cosa ci occorre per le penne alla lardiata

  • 400 g pennette o ziti rigorosamente spezzati a mano
  • 150 g lardo
  • 150 g pomodorini
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 80 g pecorino grattugiato
  • Prezzemolo pepe o peperoncino q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cipolla
  • Olio q.b.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!!

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Preparazione della ricetta
 

Come preparare le penne alla lardiata

La ricetta continua dopo gli annunci…
  • La prima cosa da fare è ridurre il lardo praticamente in una “poltiglia”. Deve essere tritato finemente, non deve presentare in alcun modo degli sfilacci. Suggeriamo di farlo con una mezzaluna, quindi prestare la dovuta attenzione.
  • A questo punto soffriggere il lardo con olio in un tema, insieme a uno spicchio di aglio e alla cipolla, anch’essa tritata finemente.
  • Quando cipolla e aglio saranno coloriti, sfumare con il vino bianco.
  • Ora aggiungere i pomodorini tagliati a pezzetti e schiacciati.
  • Salare il sugo e aggiungere il prezzemolo tritato.
  • Mettere a cuocere la pasta in abbondante acqua salata.
  • Appena è pronta, unirla nel tegame e farla saltare per qualche minuto.
  • Se vuoi ricevere offerte strepitose, selezionate per te da Amazon, iscriviti gratis al canale Telegram, cliccando qui oppure al canale Whatsapp, cliccando qui. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!!

  • Infine, amalgamare le penne con pepe e pecorino. Servire il piatto ben caldo! Buon appetito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.