Biscotti contadini al vino – antica ricetta toscana

Questi biscottini si preparano con un’antica ricetta tipica della Valdichiana e sono facili da fare, buonissimi e soprattutto leggeri: non ci sono infatti né uovo, né lievito, né burro, né latte. Sono adatti anche ad essere regalati o portati quando si va ospiti in casa di amici.

Ti potrebbero piacere…

tarallucci al vino abruzzesi

biscotti al vino bianco pugliesi

torta al vino rosso

biscottini al vino

Biscotti al vino

Chef: Piero Benigni
Tempo di vino novello e allora perché non preparare dei golosi biscotti? Senza uova, senza burro e senza latte, leggeri e buonissimi.
5 da 5 voti
Stampa Salva Pin Condividi su Facebook
Preparazione 30 min
Cottura 20 min
Tempo totale 50 min
Portata Pasticcini e Dolcetti
Cucina Italiana
Porzioni 8 Persone
Calorie 220 kcal

Ingredienti  

Cosa occorre per preparare circa 600 g di biscotti

  • 1 tazzina zucchero
  • 1 tazzina vino
  • 1 tazzina olio di semi
  • farina qb
  • 1 pizzico sale
  • 2 cucciai pinoli a piacere

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Preparazione della ricetta
 

Come fare i biscotti contadini al vino

    Impastare a mano

    • Se lavorate l’impasto a mano, prendete come già detto una tazzina di zucchero, una di vino e una di olio, versandole nel centro della fontana fatta con la farina sulla spianatoia. Aggiungete un pizzico di sale, mischiate e fate prendere all’impasto la farina che vuole.
    • Lavoratelo energicamente per 10 minuti, fino a quando non sarà ben sodo e omogeneo.
    • L’impasto prenderà della farina circa 6 volte la tazzina che avete usato come misura.
    • Formate un panetto e lasciatelo riposare mezz’ora, coperto con un panno.

    Impastare in planetaria

    • Mettete nella ciotola una tazzina di olio, una di zucchero, una di vino, un pizzico di sale e 4 tazzine di farina, poi iniziate a lavorare con la pala. Aggiungete la farina fino a quando l’impasto non sarà ben sodo e si staccherà da solo dalla pala o dal gancio impastatore, a seconda di quello che avrete montato.
    • Se necessario, quando l’impasto diventa faticoso da girare per la pala, montate il gancio. Togliete l’impasto, formare un panetto e fatelo riposare mezz’ora coperto con un panno.
    • In alternativa potete usare le fruste elettriche mischiando in una ciotola sale, vino, zucchero e olio con 4 tazzine di farina, aggiungendone poi ancora finché le fruste ce la faranno e proseguire impastando a mano sulla spianatoia.

    Formare i biscotti

    • Spolverizzate di farina il piano da lavoro e spianate l’impasto allo spessore di circa 1 cm, ricavandoci con il coltello o con la spatola dei bastoncini quadrati o tondi, poco più spessi di una sigaretta. Tagliateli a pezzetti lunghi un paio di centimetri, ma questo non è obbligatorio: fateli come volete, sagomandoli a “U” o chiudendoli a ciambellina.
      biscotti al vino
    • Strusciateli o rotolateli poi sopra un paio di cucchiaiate di zucchero sparse sulla spianatoia e disponeteli sulla teglia, leggermente infarinata o su carta da forno, non troppo accostati fra loro perché cuocendo crescono.

    Cottura dei biscotti

    • Metteteli in forno statico a 180°, calore sopra e sotto e nella posizione di metà in altezza.
    • A metà cottura smuoveteli, per farli dorare da tutte le parti. Levateli quando saranno ben cotti, il che richiederà 15-20 minuti. Aspettate un po’ a mangiarli perché hanno bisogno di riposare.

    Consigli da seguire

    • In passato si facevano con l’olio di oliva, ma oggi è preferibile un buon olio di semi per l’assoluta mancanza di odore.
    • Se si usa quello di oliva, una volta cotti avranno bisogno di qualche ora prima di essere mangiati, in modo da farne scomparire il leggero odore.
    • Per farli si può usare vino rosso, bianco o vinsanto.
    • Si possono aggiungere dei pinoli all’impasto o a parte di esso. Quelli delle foto sono con vino rosso, olio di mais e pinoli.
    • In genere si usa come misura una tazzina da caffè, che consente di riempire di biscottini la teglia del forno di casa.
    • Per farli si prende infatti lo stesso volume dei tre ingredienti principali e cioè una tazzina di zucchero, una di vino e una di olio, mentre per la farina l’impasto prenderà da solo quella che gli serve e non c’è bisogno di misurarla.
    • Sarà comunque di circa 6 volte il volume della tazzina usata. Come già detto potete usare vino rosso, bianco o vinsanto e come olio quello di semi, che consiglio, o quello di oliva.

    Conservazione

    • Si conservano 4 o 5 giorni, meglio in una scatola di latta da biscotti o in una zuppiera col coperchio.

    2 commenti su “Biscotti contadini al vino – antica ricetta toscana”

    Lascia un commento

    Recipe Rating




    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.