Capperi sotto sale e altri 2 modi per conservare i capperi (uno poco conosciuto, ma eccezionale)

I capperi sono boccioli di un arbusto che nasce spontaneamente sui terreni aridi dell’area mediterranea.

Dove si mettono i capperi?

Sono ottimi per aromatizzare contorni, piatti freddi, pasta, carne e pesce. il periodo di raccolta dei capperi va da maggio ad agosto, ma possono essere conservati per tutto l’anno fino alla raccolta successiva.

Da provare: peperoni ripieni di spaghetti olive e capperi, pasta con tonno capperi e olive taggiasche e fettine alla pizzaiola con capperi.

Come si conservano i capperi?

Esistono tre metodi di conservazione dei capperi, due molto conosciuti: sotto sale e sotto aceto e uno, sott’olio, poco famoso ma davvero eccezionale… Scopriamoli insieme.

Capperi sotto sale

Chef: Piero Benigni
I capperi sotto sale sono un ottimo condimento da tenere in casa sempre a portata di mano. E prepararli è davvero un attimo!
Stampa Salva Pin Condividi su Facebook
Preparazione 10 min
Riposo 8 d
Tempo totale 8 d 10 min
Portata Condimenti
Cucina Italiana
Porzioni 1 barattolo di capperi
Calorie 100 kcal

Ingredienti  

Cosa ci serve per preparare i capperi sotto sale

  • 200 g. capperi freschi
  • 200 g. sale grosso

Per i capperi sott’aceto

  • 150 ml aceto se sotto aceto

Per i capperi sott’olio

  • 150 ml olio di oliva se sott’olio

Preparazione della ricetta
 

Come preparare i capperi fatti in casa

  • Quando si colgono i capperi, viene anche il gambo, tutto o una porzione di esso.
  • Finita la raccolta, la prima cosa da fare è eliminarlo: basta tirarlo e si stacca.
  • Quando tutti sono stati mondati, stenderli dentro casa o fuori all’ombra sopra un canovaccio e farli appassire per 24 ore, smuovendoli un paio di volte.
  • Metterli in un contenitore di plastica insieme ad abbondante sale grosso.
  • Mischiare bene e lasciarli così per 7-8 giorni, rimestandoli ogni giorno.
  • Faranno la loro acqua, che poi verrà riassorbita.
  • Quando saranno asciutti, metterli nei barattoli insieme al sale rimasto.
  • Se fosse poco, aggiungerne di nuovo.
  • Potrete consumarli dopo una decina di giorni.

Come fare i capperi sott’aceto o sott’olio

  • Se volete conservarli sott’aceto o sott’olio, finita la spurgatura dovete metterli in un colapasta e lavarli per eliminare il sale, poi stenderli su un canovaccio e farli asciugare molto bene.
  • A questo punto potete metterli nei barattoli e coprirli con aceto o olio di oliva.
  • Quest’ultimo modo di conservarli è poco noto ma dona una bontà sublime.
  • Potete consumarli dopo un mese.
  • Comunque conservati, i capperi durano tranquillamente fino alla raccolta successiva. Non sono congelabili.

Come dissalare i capperi sotto sale

  • Il metodo migliore per dissalare i capperi è di metterli in un colino e sciacquarli bene sotto l’acqua. Dopodiché porli in una ciotola con acqua fredda e tenerli a bagno per minimo 2 ore. Una volta pronti, asciugarli bene ed utilizzarli subito oppure coprirli con olio extra vergine di oliva, per un utilizzo successivo.
Condividi con gli amici…

Lascia un commento

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.