Vai al contenuto

Pandoro avanzato? Provate questa Charlotte, in 10 minuti, con crema al mascarpone (senza cottura!)

charlotte al pandoro

Chi non riceve del Pandoro come regalo di Natale? Bè… il problema è che, per quanto ci sforziamo, non lo finiamo mai tutto durante le feste. E allora perché non preparare dei dolci super golosi sin da subito, così da evitare la classica rimanenza post-feste? Vi diamo la ricetta della Charlotte di Pandoro con crema al mascarpone e panna aromatizzata al rum.

Come riciclare il Pandoro?

Ogni anno si verifica sempre la solita storia, ammettiamolo: come riciclare il Pandoro avanzato? Prima di tutto, siamo di fronte a un’opzione a dir poco creativa per evitare lo spreco alimentare, perché non si butta mai il cibo. Durante e dopo le festività, il Pandoro è a “rischio eccesso”, lo sappiamo bene, e quindi possiamo dare nuova vita a questo dolce tradizionale. Oltre alla Charlotte di Pandoro, infatti, vogliamo suggerire qualche consiglio in più: sapevate che è possibile realizzare delle bruschette dolci con il Pandoro? Si può passare in padella con un po’ di burro, a cui poi aggiungere un velo di Nutella o marmellata a scelta.

Invece, è a dir poco l’ingrediente chiave di tutti quei dolci al cucchiaio stratificati, come il tiramisù. Per chi ama la colazione dolce, non possiamo non suggerire di provare il French Toast con Pandoro: una consistenza soffice e unica. Ognuno di questi consigli vi dà la possibilità di riciclare il Pandoro e soprattutto di insegnare anche ai bambini in casa che tutto in cucina può essere rielaborato. Con un po’ di creatività.

Da provare: Dolce di panettone e crema, golosissimo (si può fare anche con i biscotti)

Charlotte al Pandoro con crema al mascarpone

Chef: Filomena D’Elia
Come riciclare il pandoro e ottenere un dolce buonissimo
Vota la ricetta!
Stampa la ricetta
Preparazione 30 minuti
Tempo di riposo 6 ore
Tempo totale 6 ore 30 minuti
Portata Creme e Dolci al cucchiaio
Cucina Italiana
Porzioni 8 Persone
Calorie 276 kcal

Ingredienti  

Cosa ci occorre per la Charlotte di Pandoro

  • 1 Pandoro
  • 250 g mascarpone
  • 400 g panna da montare
  • 100 g zucchero a velo
  • Un bicchiere di rum e mezzo bicchiere di acqua
  • Scagliette di cioccolato fondente q.b.
  • Cacao amaro per spolverare q.b.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!!

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Preparazione della ricetta
 

Come preparare la Charlotte di Pandoro

La ricetta continua dopo gli annunci…
  • Montare la panna con il mascarpone e lo zucchero a velo fino a ottenere una consistenza bella e soda.
  • Successivamente, tagliare il Pandoro in quattro stelle, partendo dal basso. Disporre il cerchio di uno stampo a cerniera, senza la base, su un piatto da portata.
  • Creare il primo strato utilizzando la prima stella di Pandoro tagliata dal basso, la più larga.
  • Tagliare altre due stelle di Pandoro in quattro parti ciascuna e posizionarle intorno per formare le pareti.
  • Mescolare rum, acqua e un cucchiaio di zucchero, quindi bagnare il fondo e le pareti del Pandoro.
  • Aggiungere metà della crema preparata, distribuire scagliette di cioccolato e coprire con un’altra stella di Pandoro.
  • Bagnare con il rum e coprire con l’altra metà della panna. Livellare bene il tutto e mettere in frigorifero per 5 o 6 ore.
  • Se vuoi ricevere offerte strepitose, selezionate per te da Amazon, iscriviti gratis al canale Telegram, cliccando qui oppure al canale Whatsapp, cliccando qui. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!!

  • Prima di servire, rimuovere il cerchio e decorare a piacere. Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.