Penne all’arrabbiata: un classico romano con i consigli per farle perfette

La tradizione romana sulla nostra tavola: penne all’arrabbiata

Secondo tradizione il piatto si fa con i pelati e col pecorino romano. L’aglio, abbondante, serve a dare il suo aroma ma suggerisco di toglierlo alla fine della cottura del pomodoro.

Il peperoncino deve essere in quantità tale da rendere il piatto assai piccante, ma decidete voi quanto usarne. Se lo mettete a pezzetti, ricordatevi di toglierlo insieme all’aglio.

Queste penne si conservano per 2 giorni in frigo dentro un contenitore chiuso. Si possono congelare e durano 3 mesi nel freezer.

Potete giocare con delle varianti: omettete il formaggio, oppure date una spolverata di prezzemolo tritato o, ancora, lasciate i pezzetti di aglio o peperoncino in mezzo, anziché toglierli.

Da provare: penne con crema di carciofi, pennette primavera e penne salmone zucchine e philadelphia.

Penne all’arrabbiata

Chef: Piero Benigni
Saporito e appagante, questo piatto tipico della cucina romana e laziale oggi è così diffuso, sia nella cucina casalinga che nella ristorazione, che si può considerare appartenente con tutti gli onori alla Regione!
Stampa Salva Pin Condividi su Facebook
Preparazione 10 min
Cottura 10 min
Tempo totale 20 min
Portata Primi Piatti
Cucina Italiana
Porzioni 2 persone
Calorie 300 kcal

Ingredienti  

Cosa ci serve per le penne all'arrabbiata

  • 180 g. penne rigate
  • 400 g. pomodori pelati
  • 3 cucchiai olio di oliva
  • 3 spicchi aglio
  • peperoncino a piacere
  • 30 g. pecorino romano

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il gruppo Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità.

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Preparazione della ricetta
 

Come preparare le penne all'arrabbiata

  • Versare in padella l’olio di oliva, farlo scaldare e aggiungere il peperoncino e gli spicchi d’aglio divisi a metà.
  • Appena questi cominciano a sfrigolare e ad avere attorno delle bollicine, aggiungere i pelati.
  • Cuocerli a fuoco dolce schiacciandoli con la forchetta e rimestando, in modo che diventino una salsa omogenea senza grumi.
  • Se preferite potete tritare prima i pelati sul tagliere.
  • Dopo 10 minuti di cottura del pomodoro, buttare le penne nell’acqua bollente.
  • Continuare a cuocere il pomodoro, che si deve restringere a circa la metà.
  • Poco prima di scolare la pasta, togliete aglio e peperoncino e mettere a punto di sale.
  • Quando le penne saranno ancora molto al dente scolarle e passarle in padella, conservando un po’ dell’acqua della pentola che vi servirà a finire la cottura, se il pomodoro si fosse asciugato troppo.
  • Spolverare con abbondante pecorino romano e servire calde.
Condividi con gli amici…

Lascia un commento

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.