Vai al contenuto

Scaccia ragusana: la pizza farcita che farà impazzire grandi e piccini

scaccia ragusana

La Scaccia è una fantastica focaccia ripiena che si prepara, con alcune varianti, in tutta la Sicilia orientale, da Ragusa a Modica a Catania. Si tratta di una valida e originalissima alternativa alla pizza, che si realizza abbastanza facilmente, mettendo in conto 2 – 3 ore di lievitazione.

Si può personalizzare la ricetta variando il ripieno. In questo caso è proposta una farcia di passata di pomodoro e caciocavallo, ma si possono provare altri formaggi e magari dei salumi. Se il pomodoro non è gradito, va benissimo anche un ripieno “in bianco”.

Continuare a leggere per scoprire come preparare la Scaccia ragusana al pomodoro e caciocavallo, genuina e saporita!

Da provare: pizza senza impasto, pizza fritta abruzzese e pizza francesina.

Scaccia ragusana

Chef: Patty Piperita
Gustosissima focaccia siciliana, farcita con pomodoro e caciocavallo
Vota la ricetta!
Stampa la ricetta
Preparazione 30 minuti
Cottura 30 minuti
Lievitazione 2 ore
Tempo totale 3 ore
Portata Portata principale
Cucina siciliana
Porzioni 4 porzioni
Calorie 600 kcal

Ingredienti  

Cosa occorre per l’impasto della Scaccia ragusana:

  • 500 g semola
  • 5 g lievito di birra fresco
  • 300 ml acqua naturale
  • 10 g sale fino
  • Olio extravergine d’oliva q. b.

Prima di continuare, ti ricordo che è disponibile, per ricevere le notifiche delle nostre ricette, il canale Telegram, cliccando qui oppure il canale Whatsapp, cliccando qui. Unisciti anche tu per non perdere le ultime novità. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!!

Puoi anche riceverle via email, iscrivendoti gratis alla nostra Newsletter.

Cosa occorre per il ripieno della Scaccia ragusana:

  • 450 g passata di pomodoro
  • 400 g caciocavallo tagliato a julienne
  • Sale fino q. b.
  • Olio extravergine d’oliva q. b.

Preparazione della ricetta
 

Come si fa la Scaccia ragusana:

La ricetta continua dopo gli annunci…
  • Sciogliere nell'acqua tiepida il lievito di birra insieme ad un cucchiaio d'olio extravergine d'oliva.
  • Versare il composto di lievito in una terrina capiente e unire a poco a poco la semola setacciata e il sale, mescolando con attenzione per evitare la formazione di eventuali grumi.
  • Trasferire l'impasto sul piano di lavoro e proseguire la lavorazione a mano per qualche minuto, fino ad ottenere una palla di pasta ben liscia e omogenea.
  • Coprire la pasta con un canovaccio e lasciarla riposare per almeno 2 ore in un ambiente fresco e asciutto.
  • Trascorso questo tempo, recuperare l'impasto e, con l'aiuto di una bilancia, dividerlo in panetti da 200 grammi ciascuno.
  • Preriscaldare il forno a 220 gradi, in modo da ottimizzare i tempi di preparazione.
  • Stendere il primo panetto molto sottilmente sulla spianatoia leggermente infarinata. Se dovessero formarsi dei buchi non è un problema, in quanto l'impasto verrà ripiegato.
  • Condire la passata di pomodoro con sale e olio extravergine d'oliva, e tenerla a portata di mano.
  • Versare sull'impasto sottile uno strato di pomodoro e una manciata di caciocavallo a julienne, quindi ripiegare tutti i lati verso il centro. Sui lembi, stendere altra salsa e caciocavallo.
    scaccia ragusana 1
  • Ripiegare di nuovo verso il centro.
    scaccia ragusana 2
  • Condire nuovamente.
    scaccia ragusana 4
  • Piegare un lembo, dall’esterno verso l’interno, e condire di nuovo come in precedenza.
    scaccia ragusana 3
  • Infine ripiegare l'impasto sopra la farcia per l'ultima volta.
    scaccia ragusana 5
  • Ripetere l’operazione allo stesso modo per gli altri panetti, creando le altre scacce.
  • Trasferire le scacce su una leccarda coperta di carta da forno e infornare a 220 gradi in modalità statica per circa 30 minuti. Negli ultimi 5, utilizzare la modalità "grill" in modo che risultino croccanti all'esterno.
  • Sfornare la Scaccia ragusana: che buon profumino! Prima di servire, attendere un paio di minuti.
  • Se vuoi ricevere offerte strepitose, selezionate per te da Amazon, iscriviti gratis al canale Telegram, cliccando qui oppure al canale Whatsapp, cliccando qui. IL TUO NUMERO DI TELEFONO NON LO VEDRÀ NESSUNO!! In alternativa clicca qui, per trovare Tutto ciò che cerchi per la tua casa

  • Si possono conservare per il giorno dopo, ma prima di consumarle si raccomanda di riscaldarle un attimo in forno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.